Massimiliano fa politica con il sorriso

“Ogni spazio può essere animato e tornare ad essere vissuto nel modo giusto. Basta unire all’idea, l’allegria di stare insieme. Chi mi chiamava e mi chiama per un problema o una richiesta, sa che io non delego. Mi sono messo a compilare domande, ho seguito dall’inizio alla fine l’iter per avviare delle imprese, aprire dei negozi. Sono un amico che sta nell’amministrazione e che non riesce mai a dire di no.” Continua a leggere “Massimiliano fa politica con il sorriso”

Annunci

Lavorare gratis stanca

Professionisti della cultura, gestori di comprovata fama del patrimonio artistico, appassionati della fotografia, ci sarebbe un prestigioso incarico per voi: la direzione del Museo comunale di Arte moderna, dell’Informazione e della Fotografia di Senigallia. Si possono inviare le candidature al Comune fino al 10 luglio. Unico dettaglio: non sono previsti compensi. Lavoro gratis. Un ossimoro di prassi nel mondo della cultura che però ogni volta provoca una reazione di rabbia, soprattutto quando è un’amministrazione pubblica a promuoverne la normalità. Continua a leggere “Lavorare gratis stanca”

Cittadini : paletta, mascherina e poesia

Questa mattina mi ha colpito la frase su un foglio, appeso da un artista con una semplice molletta, in una delle strade più curate della città. La dedico a chi continua a lottare per rendere la poesia un principio per la realtà. Alla mia Roma che è gioia schiacciata tra i sassi; ai miei amici nella speranza che possano presto aprire le finestre, sentendo il profumo dei fiori e a Pesaro che è un punto di osservazione sano e pulito verso il resto del paese. Continua a leggere “Cittadini : paletta, mascherina e poesia”

La lotta di una madre per il figlio

Dal 7 giugno sono in un girone dantesco, ma non mi arrendo. L’avvocato sta facendo il possibile sotto il profilo legale perché si risolva tutto per il meglio nel minor tempo possibile. Tuttavia spero che le autorità competenti si facciano carico di questo abuso e liberino mio figlio velocemente. Tutta la procedura del prelievo è stata anomala. In un paese civile ciò non dovrebbe mai accadere” Continua a leggere “La lotta di una madre per il figlio”

Maria Iole, capitano in campo e nella vita

Lo ripeto spesso alle ragazze che alleno oggi: “Voi siete fortunate perchè se vi impegnate potete fare questo come lavoro, prima era inimmaginabile.” Oggi si può scegliere e osare. Io dovrò sempre ringraziare la mia famiglia che mi ha permesso di seguire il mio sogno del calcio. La generazione che sta giocando i Mondiali è quella di chi ha voluto e vissuto il cambiamento, hanno quindi una motivazione in più per andare avanti. Sono amica di alcune, orgogliosa di loro: rappresentano la svolta.” Continua a leggere “Maria Iole, capitano in campo e nella vita”

Andrea, il Cyrano delle biografie

“Chi decide di raccontarsi, ha bisogno di mettere in prospettiva il passato con le ragioni del presente. Parlano ai nipoti, ma in realtà vorrebbero raggiungere tutti i giovani e l’umanità in generale. Aspettano che a raccogliere i loro ricordi sia una persona terza che non può contraddirli, anche quando ciò che dicono non è coerente con la verità. Lo fanno attraverso il libro che per loro è la santificazione della parola e della memoria. Continua a leggere “Andrea, il Cyrano delle biografie”

Maria Grazia, nel nome di Davide, chiede giustizia e diritti per tutti

Sto soffrendo come nessuna madre dovrebbe mai. Era un ragazzo di 31 anni, con un figlio di nove per cui accettava qualsiasi condizione di lavoro pur di garantirgli un presente dignitoso. Era un uomo con valori forti, credeva nei diritti di tutti. Come potrei ricordarlo con odio e violenza. Per lui continuerò ad aiutare a crescere la consapevolezza delle brave persone che ci sono, ma spesso devono essere sostenute per non finire vittime di chi vorrebbe strumentalizzarne la paura e le debolezze.” Continua a leggere “Maria Grazia, nel nome di Davide, chiede giustizia e diritti per tutti”

Paola libera tra i libri

Nella libreria Garbolino si chiacchiera liberamente, come se si venisse a trovarmi a casa, uniti da una comune e sincera passione. Non mi è sembrato di aver commesso nulla di straordinario nel dichiarare pubblicamente che non avrei venduto la biografia del ministro Salvini. Ho la mia vetrina reale e quella virtuale su Facebook, in entrambi ribadisco il mio diritto di esprimermi, sempre rimanendo nei confini del rispetto verso gli altri.” Continua a leggere “Paola libera tra i libri”

Blog su WordPress.com.

Su ↑